in

Juventus, Rabiot impressiona in Nazionale: Pirlo trova il suo top player

Juventus, Rabiot impressiona in Nazionale: Pirlo trova il suo top player
Adrien Rabiot, centrocampista della Juventus e della Francia

Secondo l’opinione di parecchi tifosi della Juventus, il problema principale della squadra di Andrea Pirlo sarebbe un centrocampo di bassa qualità. Tuttavia, dal lockdown in avanti, la Vecchia Signora può contare su un giocatore che parrebbe essersi trasformato, ovvero Adrien Rabiot. Quando il francese è sbarcato a Torino, è arrivato tra lo scetticismo generale e le sue prestazioni sul terreno di gioco non erano all’altezza della squadra per la quale giocava. Impacciato, timoroso, impreciso e poco propenso ad impostare, questo era il classe 1995 che fino ad un anno fa ha fatto storcere il naso dei tifosi della Juventus, i quali ora, però, si starebbero ricredendo sulle qualità dell’ex Paris Saint-Germain. 

Juventus, Rabiot impressiona in Nazionale: Pirlo trova il suo top player
Adrien Rabiot, centrocampista della Juventus

Juventus, social scatenati: “Rabiot meglio di Pogba”

Adrien Rabiot sembra un altro giocatore, rispetto a quello che è sbarcato nel mondo Juventus a parametro zero circa un anno fa. Il centrocampista francese si starebbe rivelando il vero top player della squadra di Pirlo, a suon di prestazione di alto livello. Ora, l’ex PSG si inserisce, imposta, si propone e giganteggia tra compagni ed avversari. Anche ieri sera nella sfida tra Portogallo e Francia, Rabiot si sarebbe distinto per la sua qualità a dir poco impressionante se paragonata a ciò che era stato in grado di dimostrare solamente un anno fa.

Un giocatore che in questo momento potrebbe essere utilissimo per la Juventus, che necessita di mediani dotati di un’ottima tecnica. Ovviamente, i tifosi sui social si sono scatenati vedendo il classe 1995 in grande spolvero in questi mesi, definendolo anche meglio di Paul Pogba. Un altro utente su Twitter ricorda che Rabiot lo scorso anno arrivò in uno stato di forma precario e che aveva bisogno di tempo per tornare ad un livello di condizione accettabile. Detto e fatto, ora il Maestro si può godere il vero nazionale francese, colui che forse potrà prendere veramente in mano le redini del centrocampo della Vecchia Signora.