in

Juventus, Marchisio “spinge” Locatelli a Torino: scambio di battute su Twitter

Juventus, Marchisio "spinge" Locatelli a Torino: scambio di battute su Twitter
Juventus, Claudio Marchisio

Ancora una volta, l’Italia ha dimostrato di aver voltato definitivamente pagina, dopo la disastrosa parentesi Giampiero Ventura, culminata con l’esclusione dal Mondiale del 2018. La Nazionale di Roberto Mancini non si distingue per un singolo giocatore in grado di fare la differenza, ma si basa su un gioco corale dove il collettivo primeggia sull’inventiva di singoli campioni che da soli fanno la differenza. L’Italia, oggi, è composta da un gruppo unito, all’interno del quale spiccano delle individualità che non vanno a discapito delle prestazioni. Uno degli elementi che in questi giorni sta esplodendo definitivamente è Manuel Locatelli, obiettivo di mercato della Juventus.

Juventus, Marchisio "spinge" Locatelli a Torino: scambio di battute su Twitter
Manuel Locatelli, centrocampista del Sassuolo

Juventus, Marchisio: “Speriamo che qualche club italiano creda in lui”

Non è un mistero che la Juventus stia pensando concretamente a Manuel Locatelli. Anche ieri nel match tra Bosnia Erzegovina e Italia, il classe 1997 del Sassuolo si è distinto in campo, fornendo una prestazione di altissimo livello. Suo l’assist che ha portato al 2-0 firmato da Domenico Berardi, un pallone delizioso scodellato in area di rigore che il suo compagno di club ha trasformato brillantemente in rete. Un’azione che ha ricordato da vicino l’intesa tra Andrea Pirlo e Stephan Lichtsteiner, ai tempi della Juventus.

Proprio il Maestro starebbe facendo pressione sulla società affinché Locatelli possa vestire la casacca della Vecchia Signora. Intanto, si registra uno scambio di battute su Twitter tra Claudio Marchisio ed il centrocampista del Sassuolo: “Sta crescendo davvero bene” – dice il ‘Principino’ – “Una certezza per questa Nazionale! Speriamo che qualche club italiano creda in lui, come già sta facendo il suo, per lo step definitivo. Giocatore completo.” Pronta la risposta del numero 73 neroverde: “Grazie Claudio! Un onore”.