Connect with us

Serie A

Torino-Juventus, la probabile formazione: Pirlo si affida a Kulusevski

La Juventus arriva alla sfida contro il Torino con qualche rientro importante. Nonostante la probabile assenza di Arthur, rientra finalmente dall’infortunio Dybala dopo diverse settimane di assenza anche se per motivi extra calcistici potrebbe non essere comunque convocato. Pirlo potrebbe schierare un modulo molto offensivo.

Pubblicato

il

Juventus, Guardalà svela: "Kulusevski non è al meglio"

Dopo la brutta caduta contro il Benevento, ritorna finalmente la Serie A e la Juventus ora più che mai deve tornare a vincere. I bianconeri si troveranno di fronte il Torino, la squadra di Nicola è nel bel mezzo della lotta salvezza e si sta giocando ogni partita come se fosse un testa a testa contro il Cagliari. Considerando che si tratta di un derby, i granata hanno una motivazione in più per cercare di portare a casa dei punti importanti. Dall’altra parte, Andrea Pirlo sta lottando per un posto in Champions League e, in attesa della grande sfida contro il Napoli, questa partita potrebbe risultare decisiva.

Torino-Juventus, tornano Cuadrado e Chiellini

Risolto il piccolo problema fisico di Szczesny, il portiere polacco sarà quasi sicuramente titolare contro il Torino. Davanti a lui troverà la classica linea a quattro formata da due rientri nell’undici titolare, ovvero quelli di Cuadrado e Chiellini. A completare il reparto difensivo ci dovrebbero essere de Ligt e Danilo che, per questa volta, dovrebbe giocare da terzino sinistro. Sulle fasce di centrocampo Andrea Pirlo potrebbe puntare sulle sue due frecce, Chiesa e Kulusevski. L’esterno italiano è uno dei migliori della Juventus durante questa stagione ed è sempre più insostituibile. Lo svedese, invece, sta affrontando una stagione con molti alti e bassi, quindi concludere bene potrebbe essere molto importante.

Torino-Juventus, McKennie in punizione: gioca Bentancur

Weston McKennie potrebbe non essere convocato a causa del festino privato organizzato di recente. L’americano era candidato ad un posto da titolare ma, vista la situazione, Pirlo potrebbe puntare sul rientro da titolare di Rodrigo Bentancur che al suo fianco troverà il solito Adrien Rabiot. In attacco il tecnico bianconero non ha molti dubbi, considerando che Dybala si trova praticamente nella stessa situazione di McKennie, quasi sicuramente toccherà a Morata e, ovviamente, a Cristiano Ronaldo.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serie A

Juventus-Napoli, parla Sacchi: “Hanno mostrato dei miglioramenti”

A due giorni di distanza dalla vittoria contro il Napoli, ora nell’ambiente Juventus sembra essere tornata la tranquillità. La partita contro i partenopei è stata molto interessante da diversi punti di vista e Arrigo Sacchi si è occupato di analizzarli.

Pubblicato

il

Arrigo Sacchi

Dopo diverso tempo dall’ultima prestazione davvero convincente contro una grande squadra, la Juventus è finalmente tornata a riprendere le sembianze della squadra che ha dominato in Italia nell’ultimo decennio. La partita vinta contro il Napoli ha convinto tutti, forse l’unica nota negativa potrebbe essere stata l’esagerata sofferenza nei minuti finali che, comunque, non ha compromesso il risultato finale. Nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi ha fatto una breve analisi sul mig match del mercoledì sera. Ecco le sue parole.

Juventus-Napoli, l’elogio di Sacchi: “Ho notato più fluidità”

“Il primo tempo ha visto i bianconeri meritatamente in vantaggio. Hanno mostrato un miglioramento nello spirito di squadra e nella determinazione. Inoltre si è notata più fluidità di manovra rispetto al solito: la squadra è stata più ordinata e organizzata. Cosa dire del Napoli di Gattuso? Nella ripresa la compagine azzurra ha preso più iniziativa, ma con una fluidità di manovra incerta e senza sostenerla con sufficiente personalità. Il gol di Dybala ha aggiunto nobiltà all’incontro”.

Continua a leggere

Serie A

Juventus-Napoli, Pirlo fa mea culpa: “Ho sbagliato tante cose”

Nonostante il brutto momento la Juventus è riuscita a vincere una partita al dir poco fondamentale contro un avversario di grande livello come il Napoli. Al termine della partita, Andrea Pirlo ha approfittato dell’occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Pubblicato

il

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

Quella contro il Napoli sarebbe dovuta essere la partita da non sbagliare assolutamente. Con una sconfitta la Juventus avrebbe perso il quarto posto in classifica e Pirlo avrebbe seriamente rischiato di essere esonerato ma, alla fine, le cose sono andate per il meglio. Proprio il tecnico bianconero al termine della partita ai microfoni di ‘Sky Sport’ ha commentato le voci riguardo un suo possibile addio: “Sono abituato ormai, il ruolo dell’allenatore è questo. Lo sapevo anche prima di iniziare e non mi trova impreparato. Trovare positivi un giorno prima della partita purtroppo è normale, avere questi dubbi fino alla fine non è facile, però è dall’inizio della stagione che andiamo avanti così e speriamo finisca presto tutto”.

Juventus-Napoli, Pirlo in allerta: “Non possiamo permetterci di mollare”

Andrea Pirlo ha proseguito la sua intervista parlando del suo percorso da allenatore della Juventus: “Ci sono tante cose sbagliate che ho fatto ma le rifarei perché al primo anno d’allenatore non è semplice e ti butti a capofitto con le tue idee da trasmettere alla squadra. A volte si sbaglia, ma mi servirà per il futuro. Quest’anno è stato un campionato più complicato per tutti, mi servirà sicuramente. Ho sbagliato come sbagliano tutti, ma magari da questi sbagli posso trarre conclusioni buone. Ho intrapreso questo percorso ad agosto, cercando di inculcare un certo tipo di gioco. L’abbiamo fatto per una parte della stagione, poi non abbiamo potuto avere sempre gli stessi giocatori con continuità. Inoltre c’è stato poco tempo per preparare le cose. Arrivavamo alle partite un po’ scarichi contro squadre più giù in classifica e abbiamo perso punti. Ora non possiamo permetterci di mollare un attimo perché il campionato è sempre più insidioso”.

Juventus-Napoli, la determinazione di Pirlo: “L’obiettivo è la Champions”

Il tecnico bianconero ha concluso la sua intervista parlando sia dell’obiettivo qualificazione alla prossima Champions che dell’eliminazione avvenuta contro il Porto: “L’obiettivo è la qualificazione alla Champions League. Arrivare davanti diventa difficile, quindi ci siamo posti l’obiettivo di fare meglio di tutti in queste ultime dieci partite. Se sono più dispiaciuto per lo scudetto o per la coppa? Quando giochi per la Juventus gli obiettivi devi conquistarli, non sceglierli. In Champions avevamo una chance, ma purtroppo abbiamo preso un brutto colpo. Poi abbiamo perso col Benevento e questo ci ha tolto dalla lotta per lo scudetto. Sono state due delusioni grandi. La Champions era una cosa che volevamo portare avanti, vedere le partite ieri sera ci ha dato grande rabbia perché potevamo essere una di quelle”.

Continua a leggere

Serie A

Juventus-Napoli 2-1: Dybala è tornato

La Juventus supera il Napoli e lo stacca in classifica di tre punti. Il 2-1 finale arriva grazie ai gol di Ronaldo e di Dybala, dopo 5′ dal suo ingresso. Delusione per gli azzurri, a cui non basta Insigne. Due errori grossolani di Mariani e VAR

Pubblicato

il

Paulo Dybala, attaccante della Juventus

Juve rabbiosa, Chiesa sontuoso: Ronaldo fa il resto

Da ottobre ad aprile vi sono quasi sei mesi, tanto è durata l’attesa per vedere finalmente Juventus–Napoli. Il terzo capitolo del match dopo il successo bianconero in Supercoppa e quello azzurro al Maradona non delude le attese e si disputa su ritmi elevati. In palio c’è una fetta di Champions League, con l’ago della bilancia che balla pericolosamente da una parte all’altra già nei primi minuti. Ronaldo, Chiesa, Fabian Ruiz e Zielinski confezionano palle-gol effettive e potenziali, ma è lo stesso CR7 a fare la cosa giusta.

Dopo aver ciccato clamorosamente un gol fatto al 3′, si rifà su una giocata mirabolante di Chiesa. L’1-0 apre le porte ad un’ottima prova della formazione di Pirlo, più compatta e quadrata rispetto al derby e contro un Napoli che balla in difesa. Ed insieme a lui anche l’arbitro Mariani, che nega un rigore netto per parte, con il VAR che resta a guardare.

Continua a leggere su footballnews24.it

Continua a leggere

Serie A

Juventus-Napoli, la probabile formazione: torna McKennie

La partita contro il Napoli vale quanto una finale per la Juventus e soprattutto per Andrea Pirlo. Il tecnico bianconero ritrova alcuni giocatori molto importanti ma dovrà comunque fare a meno di qualche giocatore per via del coronavirus.

Pubblicato

il

Juventus, un arma in più in vista del Barcellona: McKennie è pronto

Stasera la Juventus ha l’obbligo di non sbagliare per non far diventare l’attuale stagione ancora più tragica. In caso di sconfitta, i bianconeri andrebbero fuori dalle prime quattro posizioni e di conseguenza potrebbero non partecipare alla prossima edizione della Champions League. Contro il Napoli, Andrea Pirlo ritrova McKennie, Dybala e Arthur ma dovrà fare a meno di Demiral, Bonucci e Bernardeschi.

Juventus-Napoli, Danilo terzino sinistro: è ancora il momento di Chiesa

Contro il Napoli la Juventus potrà ovviamente contare su Szczesny. Il portiere polacco ha qualcosa da farsi perdonare dopo la brutta prestazione contro il Torino. In difesa, probabilmente, vedremo una linea a quattro di altissimo livello con Danilo che dovrebbe essere impiegato da terzino sinistro e due centrali rocciosi come Chiellini e de Ligt pronti a comandare l’intero reparto. A destra non può mancare il solito Juan Cuadrado, uno dei più positivi di questa stagione. A centrocampo Andrea Pirlo ritrova McKennie dopo la partita saltata contro il Torino per “punizione”, l’americano dovrebbe essere impiegato sulla fascia destra mentre dall’altra parte ci sarà ovviamente Federico Chiesa, al dir poco imprescindibile.

Juventus-Napoli, altra chance per Rabiot: Dybala in panchina

Il centrocampo della Juventus dovrebbe vedere Arthur ancora in panchina con Rabiot e Bentancur che dovranno cercare di prendersi la scena. In attacco Andrea Pirlo dovrà affidarsi ad Alvaro Morata, autore di una prestazione decisamente sottotono contro il Torino e, ovviamente, al solito Cristiano Ronaldo che dovrà cercare di caricarsi la squadra sulle spalle. Paulo Dybala potrebbe fare da ‘jolly’ ed entrare nella ripresa. L’attaccante argentino non gioca da oltre un mese e non ha ancora i 90 minuti sulle gambe.

Continua a leggere

Serie A

Juventus, Pirlo: “Abbiamo fatto un buon inizio, poi…”

Al termine della partita pareggiata contro il Torino, Andrea Pirlo si è presentato visibilmente deluso davanti alle telecamere. I tre punti mancati oggi potrebbero costare molto caro in ottica Champions League ora i bianconeri rischiano grosso.

Pubblicato

il

Pirlo

Andrea Pirlo ai microfoni di ‘DAZN’ ha commentato la prestazione della sua squadra: “Ci complichiamo le partite da soli. Eravamo partiti bene, sbloccandola, cosa non facile contro una squadra come il Torino. Ci siamo fatti riprendere e sorpassare, poi siamo stati bravi a riuscire a pareggiarla. Quando giochi contro squadre che si chiudono basse, la profondità è difficile da attaccare perché non ce n’è quasi. Gli errori? Stanno capitando un po’ troppo spesso, manca concentrazione. Dobbiamo capire che non possiamo staccare neanche un secondo. Tutte le volte che sbagli è giusto che le paghi”.

Torino-Juventus 2-2, Pirlo: “Dopo il secondo gol abbiamo preso in mano la partita”

L’allenatore bianconero ha fatto notare che, comunque sia andata, la reazione da parte della Juventus c’è stata. Ma non ha risparmiato alcune critiche: “Dopo il secondo gol abbiamo ripreso in mano la partita, colpendo un palo. La reazione c’è stata. È normale che contro una squadra che si chiude e si difende con tanti giocatori, diventa tutto più complicato. Quando non vinci non puoi essere soddisfatto. Abbiamo bisogno di vincere per ritrovare serenità. Non siamo contenti di come sta andando la stagione, stiamo lasciando tanti punti per strada. Dobbiamo lavorare su tanti principi di gioco, sull’occupare le posizioni in modo diverso e migliori, specialmente quando giochiamo contro squadre che si chiudono, per avere più soluzioni tra le linee. Ora giochiamo ancora molto in orizzontale, siamo troppo prevedibili”.

Continua a leggere

Serie A

Torino-Juventus 2-2, male Szczesny: Pirlo rischia la Champions League

La Juventus di Andrea Pirlo non è riuscita a rialzare la testa contro il Torino di Nicola. La doppietta di Sanabria è costata caro, il gol nella fase di finale di Cristiano Ronaldo serve solo a guadagnare un punto che, ad oggi, non serve a molto.

Pubblicato

il

Torino-Juventus

Dopo la sconfitta contro il Benevento, la Juventus è chiamata subito a rialzare la testa contro il Torino di Nicola. Tra le due squadre c’è da sempre una rivalità unica in Italia e oggi più che mai la sfida conta tantissimo. I granata lottano per la salvezza, i bianconeri per un posto in Champions League. Il primo tempo ha visto due formazioni determinate nel prendere i tre punti, la Juventus in particolare è partita molto forte ed ha trovato subito il gol con una bellissima finalizzazione da parte del solito Federico Chiesa, uno dei pochi volti veramente positivi questa stagione. La gioia della ‘Vecchia Signora’ viene spenta in relativamente poco tempo, infatti, poco meno di venti minuti più tardi è arrivato il gol del pareggio siglato da Sanabria.

Torino-Juventus 2-2, follia di Kulusevski: non basta Ronaldo

Il secondo tempo inizia da subito in salita per la Juventus. Dejan Kulusevski commette un errore piuttosto grave facendo un retropassaggio evitabile, Sanabria non si fa ripetere l’occasione due volte e, con la complicità di Szczesny, sigla la doppietta contro i bianconeri. Nonostante la squadra di Andrea Pirlo sembrasse in apnea, la partita cambia dopo una manciata di minuti. La reazione della Juventus c’è stata, la manovra offensiva ha insistito e non poco ma il gol di Ronaldo a dieci minuti dalla fine non è bastato ad evitare la seconda partita consecutiva senza guadagnare i tre punti. Ora la partita contro il Napoli fissata per mercoledì è ancora più decisiva dato che le due squadre si ritrovano a pari punti.

Continua a leggere

Serie A

Torino-Juventus streaming: dove vedere la diretta live

Torino-Juventus, il Derby della Mole vale la ventinovesima giornata di Serie A: info partita, probabili formazioni, diretta tv e streaming gratis del match dell’Olimpico Grande Torino

Pubblicato

il

Juventus, Jorge Mendes: "CR7 il migliore della storia". La risposta di Reja

Torino-Juventus streaming gratis: dove vederla in tv e online

HESGOAL TORINO JUVENTUS STREAMING GRATIS – Questo sera, alle 18:00, è in programma Torino-Juventus, Derby della Mole numero 202Dove vedere Torino-Juventus in streaming gratis e diretta live? Semplice, il match tra granata e bianconeri sarà visibile in diretta streaming e in esclusiva su Dazn o in alternativa anche in tv sul canale satellitare Dazn1 per gli abbonati al servizio Sky-Dazn. In streaming gratis, invece, Torino-Juventus sarà visibile tramite l’app di Dazn, disponibile e scaricabile su pc, tablet e smartphone.

Streaming gratis Torino-Juventus: la gara in DIRETTA LIVE

Il Derby non è mai una sfida come le altre, oltre ai tre punti in palio ci sono le chiavi della città. Una città che in questa stagione ha vissuto più dolori che gioie con il Torino alle prese con la lotta per non retrocedere e la Juventus che, per la prima volta dopo nove anni, potrebbe riassaporare il gusto della sconfittaTorino-Juventus è una gara da dentro o fuori, il Toro dopo la sconfitta contro la Sampdoria va a caccia di riscatto, ma l’ultimo successo nel Derby risale al 26 aprile 2015, 2-1 con gol decisivo di Quagliarella.

SCOPRI LA DIRETTA STREAMING DI TORINO-JUVENTUS >>>

Continua a leggere

Serie A

Juventus, Pirlo: “Arthur ha sbagliato. Un giudizio su di me?…”

Pubblicato

il

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus (@imagephotoagency)

Parla Andrea Pirlo ai microfoni di Sky Sport al termine della gara persa dalla Juventus contro il Benevento: “Sapevamo di affrontare una squadra complicata e ben organizzata. Non siamo riusciti a fare goal ed è colpa nostra. Dovevamo avere un atteggiamento certamente diverso. Adesso dobbiamo pensare agli errori e presentarci tra due settimane in campo con la giusta mentalità”.

L’ERRORE DI ARTHUR“Ha commesso un errore non da lui. Strano, credo non abbia visto il giocatore avversario. Il passaggio orizzontale è sempre molto pericoloso, specialmente a ridosso dell’area. Voleva allargare il gioco ed ha sbagliato”.

IL DERBY“Non bisogna prendere uno schiaffo per dover reagire. Mi sembra prematurto parlare del derby, ci sono le nazionali prima. Avremo tempo per pensare alla gara di oggi per cercare di affrontare il Torino con un altra mentalità. Un giudizio su di me? Pensateci voi”.

Continua a leggere

Serie A

La Juve cade: l’errore di Arthur miccia di una crisi?

Pubblicato

il

Juventus, Maifredi non ha dubbi: "Dybala come Baggio. Pirlo non ha ancora.."

La Juventus cade e lo fa malamente, in casa, contro il Benevento. Il gol vittoria, dopo la grave disattenzione di Arthur, realizzato da Gaich a 20 minuti dalla fine della gara sembra essere solo la miccia già accesa di una crisi, partendo dall’eliminazione Champions contro il Porto e culminando in campionato con la disfatta che può tranquillamente già annunciare la fine della corsa scudetto di questa Juventus. Colpa della squadra, colpa del tecnico o è tutta colpa della società?

Juventus, contro il Benevento il crollo: cosa succederà adesso?

Un processo che parte alle ore 16.45, al termine di Juventus-Benevento e che dalle parole dello stesso Paratici ai microfoni di Sky annuncia “la fine di un ciclo“, quello meraviglioso e che racconta 9 stagioni consecutive di successi in Italia. Adesso la corsa scudetto si tramuta definitamente in una corsa europea, per la prossima stagione, si capisce, e che deve mantenere la squadra Campione d’Italia inesorabilmente con i piedi per terra, quelli che sono mancati oggi contro la squadra campana allenata da Pippo Inzaghi. Paratici polemico contro le chiacchiere che parlerebbero già di una possibile altra scelta in panchina per la prossima stagione. Sullo sfondo le chiacchiere di Madrid, passando da un possibile addio di Ronaldo sino ad un possibile ritorno del tecnico francese a Torino. Una crisi che mischia le carte e che offre opportunità, eppure, il buon Fabio (sempre Paratici, si intende) continua a confermare la linea, da rivedere certamente, ma futuristica e certamente ben salda. “Pirlo resta alla Juventus”, questo il riassunto dell’ultima intervista, il tempo poi sarà certamente risolutore.

Continua a leggere

Serie A

Juventus-Benevento, c’è Arthur: formazioni ufficiali e diretta streaming gratis

La Juventus contro il Benevento dovrà cercare una vittoria per tenere il passo con l’Inter e sperare ancora nello scudetto. La squadra di Filippo Inzaghi, invece, arriva a Torino per cercare l’impresa e continuare ad inseguire la salvezza.

Pubblicato

il

Juventus, Franchi si scaglia contro la società: "Mercato ridicolo. Su Arthur..."

Dove vedere Juventus-Benevento in diretta streaming gratis

JUVENTUS BENEVENTO – La Juventus in questo momento ha solo un obiettivo ed è vincere. La squadra allenata da Andrea Pirlo è riuscita a rispondere alle critiche arrivate dopo la partita contro il Porto vincendo alla Sardegna Arena contro il Cagliari di Semplici. A distanza di una settimana, i bianconeri devono tornare a vincere per mettere pressione all’Inter che, nel mentre, è già andata ‘in vacanza’ considerando che la partita contro il Sassuolo è stata rinviata. I bianconeri con una partita in meno oggi hanno l’occasione di tentare il sorpasso ai danni del Milan, la squadra di Pioli dovrà vedersela contro la Fiorentina. Per la partita contro il Benevento, Pirlo non avrà a disposizione diversi giocatori ma ha recuperato all’ultimo almeno Bentancur, reduce dal coronavirus. L’assenza più pesante indubbiamente è quella di Juan Cuadrado che salterà la partita per via del giallo rimediato contro il Cagliari. Dybala potrebbe essere pronto per tornare solo al termine della sosta. Ecco le formazioni ufficiali delle due squadre.

Juventus-Benevento, Bernardeschi terzino: Pirlo si affida a Ronaldo e Morata

Juventus (4-4-2); Szczesny, Danilo, de Ligt, Bonucci, Bernardeschi, Chiesa, Arthur, Rabiot, Kulusevski, Morata, Cristiano Ronaldo. All. Andrea Pirlo

Benevento (3-5-2), Montipò, Tuia, Caldirola, Barba, Improta, Hetemaj, Viola, Ionita, Foulon, Gaich, Lapadula. All.Filippo Inzaghi

JUVENTUS BENEVENTO STREAMING GRATIS, CLICCA QUI >>>

Continua a leggere

Di Tendenza