in

Sampdoria-Juventus, Sarri: “I tre davanti stanno bene, Rabiot sta crescendo”

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri, allenatore della Juventus

Sampdoria-Juventus, Sarri: “I tre attaccanti stanno bene”

Dopo la difficile vittoria contro la Sampdoria, Maurizio Sarri è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Molti appunti sul tridente formato da Dybala, Ronaldo e Higuain e, ovviamente, sulla partita di oggi: “Abbiamo dimostrato grande tecnica. Bellissimo il primo gol di Dybala e bellissimo il secondo gol di Ronaldo. È stata una partita dove abbiamo fatto molto bene primo tempo, ai livelli di quello contro l’Udinese. Nel secondo tempo siamo stati un po’ confusionari, dovevamo chiuderla prima. La squadra mi è sembrata comunque in salute. Tre davanti? Stanno giocando continuamente, per questo nel secondo tempo ci siamo allungati un po’. Rimanevano troppo lontani quando ci abbassavamo. Ci saranno delle partite dove tutti e tre non giocheranno. Higuain ha fatto bene nel primo tempo, ma poi si è spento nel secondo. Però sta giocando tanto e ci sta un po’ di stanchezza. Concedendo spazi è venuta fuori una partita dove il predominio non era più il nostro. Cambi? Costa e Ramsey stanno cercando di recuperare da infortuni, dunque non possiamo usarli più di tanto“.

LEGGI ANCHE:  Lazio-Inter 3-1, nerazzurri cadono all'Olimpico: occasione per la Juve di avvicinarsi alle prime posizioni

Sampdoria-Juventus, Sarri: “Rabiot e Demiral in crescita”

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri, allenatore della Juventus

L’allenatore toscano ha poi sottolineato lo splendido periodo di forma di Rabiot e Demiral, dicendo: “Rabiot sta venendo fuori. È stato fermo a lungo ma ha trovato queste tre partite consecutive e sta crescendo. Non ha espresso tutto, è in un momento di crescita sia in campo che fuori. Penso che il suo potenziale sia superiore a quello visto finora. Demiral? Ha una grande energia positiva che trasmette anche ai compagni, bisogna sfruttare il momento. In allenamento cresce e trascina i compagni. Quello che fa vedere in allenamento poi lo mette anche in partita. È in piena fiducia“.