in

Napoli-Juventus, ecco cosa ci lascia il match

Ecco le cinque consapevolezze che lascia il match contro il Napoli

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus

1- Ancora troppi errori dei singoli

Ancora una volta sono delle disattenzioni individuali a compromettere i match della Juventus. Allegri aveva preparato la partita contro il Napoli nel migliore dei modi, lasciandolo giocare, ma senza farlo avvicinare troppo alla porta, per poi ripartire ogni volta che era possibile.

Nonostante le importanti defezioni, infatti, la Juve ha dato la sensazione di poterla pareggiare o anche vincere e senza gli errori di Szczesny e Kean, i ragazzi di Spalletti avrebbero faticato non poco a trovare la via del gol. Il tecnico deve riuscire a sistemare questo problema il prima possibile.

2- Che sorpresa Locatelli e Pellegrini

Luca Pellegrini, giocatore della Juventus
Luca Pellegrini, giocatore della Juventus

Locatelli era alla sua prima da titolare con la Juventus, mentre per Pellegrini era l’esordio assoluto. Entrambi sono stati tra i più propositivi fin da subito, non mostrando segnali di paura o pressione. Il centrocampista ha creato tanto gioco, soprattutto nel primo tempo, mentre il terzino ha corso tutto il tempo sacrificandosi in difesa e spingendo in attacco. Che bel carattere hanno i due!

3- Morata in forma indispensabile

Juventus, Morata perplesso: "Mettono la linea sul mio gomito"
Morata, attaccante della Juventus

Oltre al gol, Morata è stato importantissimo in tutti i frangenti di gioco: presente in zona offensiva, pronto ad arretrare in costruzione e tanto sacrificio in fase di difesa. Quando è in forma è un giocatore imprescindibile, che porta tanta sostanza, ma anche altrettanta qualità. L’ulteriore rinforzo in attacco non è arrivato dal mercato, ma Allegri non può certamente lamentarsi della caratura del suo centravanti.

4- Ok De Ligt, ma la certezza è Chiellini

Napoli-Juventus, ecco cosa ci lascia il match
Chiellini, Juventus

De Ligt è sicuramente uno dei migliori prospetti in difesa in ambito internazionale, ma al momento la coppia che porta più tranquillità e certezza è ancora quella composta da Bonucci e Chiellini. Allegri dovrà riuscire a combinare questo fatto con la voglia di far esplodere definitivamente l’olandese, anche se conoscendo l’allenatore, la prima cosa a cui penserà sarà portare a casa i tre punti, anche a discapito del giovane classe 99′. Vedere Chiellini ancora decisivo e importante, comunque, è una più che ottima notizia per i bianconeri.

5- Ora è il momento di vincere

Napoli-Juventus, ecco cosa ci lascia il match
Allegri, Juventus

Anche se non piacciono ad Allegri, la Juventus può trovare degli alibi per questo inizio di campionato: mercato ancora aperto nelle prime due giornate, tanti infortuni a centrocampo, il problema dei sudamericani e di Chiesa col Napoli, allenatore nuovo e così via. Si può quindi accettare una così brutta partenza, ma ora è il momento di non commettere più errori. La vetta è a -8, anche se non sono da poco i passi falsi di Atalanta e Inter, ed è il momento di ingranare la quarta. Dalla prossima non ci saranno più scuse valide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *