in

Juventus-Roma, il duello in mezzo al campo tra Locatelli e Pellegrini

Juventus-Roma, come ogni big match, ha al suo interno altre sfide. Oggi si parla del duello tutto azzurro tra Locatelli e Pellegrini

Juventus-Roma è una delle grandi classiche del nostro campionato. Come prima di ogni big match, si analizzano statistiche, si raccontano storie e si cerca la sfida nella sfida, il duello nel duello. Uno dei confronti più interessanti sarà quello tra Manuel Locatelli e Lorenzo Pellegrini. Una sfida tra due ragazzi che di stagione in stagione continuano a crescere, un duello che vale – o così la si vuole mettere per dare quel pizzico di romanzo alla storia – un posto da titolare nella Nazionale di Roberto Mancini.

La partita: 0-0 palla al centro

Juventus
Juventus

L’europeo vinto, giocato e vissuto anche da protagonista mette Locatelli in vantaggio rispetto al capitano della Roma, ma abbiamo imparato a conoscere il c.t. degli azzurri e nessuno ha la certezza di essere titolare. Il confronto quindi stuzzica, crea quell’alone di suggestione tipico di una sfida tra due simboli – si spera – del presente e del futuro delle due squadre.

La sfida sul piano tattico

Nel 4-4-2 di Massimiliano Allegri, l’ex Sassuolo è il perno centrale del centrocampo e molto probabilmente sarà sostenuto da Bentancur. Il venticinquenne giallorosso gioca più avanti, trequartista puro alle spalle della punta e affiancato da Zaniolo e Mkhitaryan. Le posizioni dei due giocatori sono l’atto pratico della sfida. Nel 4-2-3-1 di Mourinho, Pellegrini in fase di non possesso va in pressing sul centrocampista avversario incaricato di impostare, compito che, in attesa di Arthur, il tecnico bianconero ha consegnato a Locatelli. Succederà, però, anche il contrario. Nella fase di non possesso della Juventus, Manuel sarà fondamentale nel limitare proprio Lollo cercando di limitarlo nei suoi inserimenti centrali. Sarà una sfida fisica, tattica e mentale. Forse, a fine partita, non si parlerà di loro come protagonisti del match ma la palla al fischio d’inizio sarà collocata al centro del campo. E la sfida tra i due azzurri sarà proprio lì, al centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *