in

Juventus, Pirlo: “Abbiamo fatto un buon inizio, poi…”

Pirlo
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

Andrea Pirlo ai microfoni di ‘DAZN’ ha commentato la prestazione della sua squadra: “Ci complichiamo le partite da soli. Eravamo partiti bene, sbloccandola, cosa non facile contro una squadra come il Torino. Ci siamo fatti riprendere e sorpassare, poi siamo stati bravi a riuscire a pareggiarla. Quando giochi contro squadre che si chiudono basse, la profondità è difficile da attaccare perché non ce n’è quasi. Gli errori? Stanno capitando un po’ troppo spesso, manca concentrazione. Dobbiamo capire che non possiamo staccare neanche un secondo. Tutte le volte che sbagli è giusto che le paghi”.

Torino-Juventus 2-2, Pirlo: “Dopo il secondo gol abbiamo preso in mano la partita”

L’allenatore bianconero ha fatto notare che, comunque sia andata, la reazione da parte della Juventus c’è stata. Ma non ha risparmiato alcune critiche: “Dopo il secondo gol abbiamo ripreso in mano la partita, colpendo un palo. La reazione c’è stata. È normale che contro una squadra che si chiude e si difende con tanti giocatori, diventa tutto più complicato. Quando non vinci non puoi essere soddisfatto. Abbiamo bisogno di vincere per ritrovare serenità. Non siamo contenti di come sta andando la stagione, stiamo lasciando tanti punti per strada. Dobbiamo lavorare su tanti principi di gioco, sull’occupare le posizioni in modo diverso e migliori, specialmente quando giochiamo contro squadre che si chiudono, per avere più soluzioni tra le linee. Ora giochiamo ancora molto in orizzontale, siamo troppo prevedibili”.