in

Juventus-Crotone, i precedenti di una sfida decisiva

Nel match di questa sera, la Juventus si giocherà una grossa fetta della stagione, contro un Crotone alla ricerca disperata di punti salvezza

L'esultanza della Juventus dopo un gol di Ronaldo
L'esultanza della Juventus dopo un gol di Ronaldo

Meno di 12 ore al fischio d’inizio di JuventusCrotone, match valido per il ventitreesimo turno del campionato di Serie A, all’apparenza dall’esito scontato. Si tratta di una partita da non sbagliare per la squadra di Andrea Pirlo, in quanto un ulteriore passo falso potrebbe significare dire addio alle sogno decimo scudetto consecutivo. Dopo il derby di ieri pomeriggio, nel quale l’Inter di Antonio Conte ha travolto 3-0 il Milan, i punti di distacco dalla vetta della classifica sono 11, tenendo conto anche del fatto che i nerazzurri da qui in avanti si concentreranno solamente sul campionato, essendo stati eliminati dalle coppe europee.

Ora si fa dura per le inseguitrici della Beneamata e la differenza la potrebbe fare proprio lo stesso Conte, un martello in panchina che imporrà la propria carica e la propria energia sulla sua squadra fino al termine della stagione. Con una vittoria contro il Crotone, la Juventus potrebbe tornare a -8 dall’Inter, distanza ancora considerevole che però potrebbe venire assottigliata ulteriormente in caso di successo nel recupero della sfida con il Napoli, che però, al 22 febbraio, non è ancora stata fissata in calendario.

Mercato Juve, Massimo Franchi contro Pirlo: "Inesperto, lo scambierei con..."
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

Un risultato favorevole ai bianconeri è maturato a Benevento, dove la Roma ha pareggiato 0-0 contro la formazione di Filippo Inzaghi, il ché permetterebbe alla Vecchia Signora di tornare ad occupare il terzo posto in classifica sorpassando proprio i giallorossi. Il cammino da qui fino al termine della stagione è ancora piuttosto lungo e per riuscire a mantenere vivo il sogno tricolore, la Juventus dovrà necessariamente trovare una continuità che fino a questo momento è mancata, ma soprattutto dovrà sfruttare le sfide contro le cosiddette “piccole”.

In questa fase del torneo, i punti possono valere doppio, considerando anche gli scontri diretti che dovranno affrontare Milan, Inter e Roma nel corso delle prossime settimane. Andrea Pirlo dovrà essere bravo a lavorare sulla testa dei suoi giocatori, nella speranza che scatti in loro una reazione d’orgoglio dopo le due brutte sconfitte patite contro il Porto mercoledì sera e contro il Napoli sabato scorso, che proprio ieri è incappato in una sonora sconfitta sul campo dell’Atalanta per 4-2. Considerando i risultati di ieri, i campioni d’Italia sono scivolati momentaneamente al sesto posto in classifica, seppur con due gare da recuperare. E la rinascita potrebbe partire proprio dalla sfida di questa sera con il Crotone. Chissà se il discorso tenuto dal presidente Agnelli alla Continassa nel corso della settimana sortiranno gli effetti desiderati.

Juventus-Crotone, spicca anche un 5-0 maturato in Serie B

La Juventus che questa sera affronterà il Crotone nel Monday night della 23° giornata giunge ad un match fondamentale per le sorti del suo campionato con parecchie assenze. Come confermato da Andrea Pirlo in conferenza stampa, parecchi giocatori non potranno prendere parte alla partita, poiché vittime di infortuni di vario tipo. Tra questi vi sono i soliti Cuadrado, Bonucci, Chiellini, out per problemi muscolari, ai quali si aggiungono Arthur, sempre alle prese con una dolorosa calcificazione al ginocchio, Rabiot, squalificato per somma di ammonizioni e, ancora una volta, Dybala.

Paulo Dybala attaccante della Juventus
Paulo Dybala, attaccante della Juventus

La situazione relativa a quest’ultimo è parecchio strana, poiché secondo le prime analisi l’argentino sarebbe dovuto rientrare da un infortunio al ginocchio patito nel corso di JuventusSassuolo di un mese fa, al termine di gennaio, ma giunti ormai al 22 febbraio non ha ancora rimesso piede in campo. Il numero 10 dovrebbe rientrare comunque tra i convocati della sfida contro il Crotone, ma difficilmente lo si vedrà in campo. Non è al meglio nemmeno McKennie, che ultimamente ha avvertito dei dolori all’anca. Detto questo, Pirlo spera di poter tornare a contare su un attacco che ad inizio campionato è stato devastante, composto dalla coppia RonaldoMorata, entrambi apparsi sottotono in questo inizio di 2021. Anche il centrocampo dovrebbe compiere un notevole salto di qualità che permetta alla Vecchia Signora di sviluppare un gioco soddisfacente ed in grado di essere incisivo, come lo è stato a sprazzi fino a questo punto della stagione.

Nonostante tutte queste defezioni, la rosa della Juventus ha tutte le carte in regola per vincere senza problemi la partita contro il Crotone fanalino di coda, che tenterà il tutto per tutto pur di mettere in difficoltà i campioni d’Italia in modo tale da ottenere almeno un punticino per muovere la classifica. Come ormai tristemente prassi, la partita si disputerà in un Allianz Stadium di Torino deserto, il ché di fatto annulla quasi del tutto il fattore campo, ragion per cui i bianconeri dovranno rimanere ancor più concentrati nel tentativo di sventare le velleità dei pitagorici. In totale, sono tre i match fra Juventus e Crotone disputati a Torino, dai quali la Vecchia Signora ne è sempre uscita vincitrice.

Il primo precedente risale al 17 febbraio 2007, quando nell’allora campionato di Serie B, nell’allora stadio Olimpico, i bianconeri allenati da Didier Deschamps si imposero 5-0 grazie alla tripletta siglata da uno straordinario Alessandro Del Piero, ed alle reti messe a segno da Nedved e Balzaretti nel corso del primo tempo. Tre punti molto importanti per la Juventus, che mise un altro importante tassello tentando di tornare al più presto in Serie A, dopo un anno di purgatorio trascorso in B, in seguito allo scandalo Calciopoli. Il Crotone ha dovuto attendere esattamente 10 anni prima di tornare ad affrontare i bianconeri, questa volta nel massimo campionato italiano.

Era il 21 maggio 2017 e lo Juventus Stadium era colmo in ogni ordine di posto, con i tifosi della Vecchia Signora pronti a festeggiare la conquista del sesto scudetto consecutivo. Ma per riuscire a mettere le mani sul tricolore, ai campioni d’Italia mancava solamente una vittoria, che puntualmente arrivò ai danni della matricola calabrese. Un secco 3-0 firmato Mandzukic, Dybala ed Alex Sandro. Al triplice fischio dell’arbitro, si scatenò la festa, con la Juventus di Massimiliano Allegri che stabilì un nuovo record: prima squadra italiana capace di vincere scudetto e Coppa Italia per tre stagioni consecutive, il tutto prima della finale di Champions League di Cardiff. Caparbiamente, il Crotone riuscì a salvarsi al termine dell’annata 2016/2017, per cui si trovò ad affrontare i torinesi all’Allianz Stadium anche nel corso della stagione seguente, in data 26 novrembre 2017.

Anche in questo caso, il match terminò 3-0 grazie ai gol realizzati da Mandzukic, Benatia e De Sciglio, autore di un’autentica perla al 60’, per quella che sarà la sua prima ed unica rete segnata con addosso la casacca della Juventus. Nella gara di ritorno, che si disputò allo stadio Ezio Scida il 18 aprile 2018, i pitagorici ottennero il primo punto della loro storia contro i campioni d’Italia, grazie ad un sorprendente gol in rovesciata siglato da Simy, dopo il vantaggio iniziale realizzato da Alex Sandro. Il nigeriano era inconsapevole che nel 2020 avrebbe trafitto ancora una volta i guantoni di un portiere juventino, trasformando un calcio di rigore che ha portato in vantaggio il Crotone contro una spenta Juventus, nel match di andata del campionato in corso. Di Alvaro Morata il gol del pareggio, che ha permesso alla Vecchia Signora di tornare a casa con un pareggio molto amaro che ha messo in evidenza, già allora, i diversi difetti della squadra di Andrea Pirlo. Ecco, l’obiettivo principale dei campioni d’Italia questa sera, sarà dare delle risposte significative e dimostrare che la vera Juventus non è quella che si è vista ultimamente. Vincere potrebbe singificare tenere in piedi le speranze per uno scudetto che al momento sta prendendo la strada di Milano.