in

Juventus-Cagliari, il giorno dopo: analisi tattica del match

Juventus, Moncalvo al veleno: "Pirlo crea confusione, Dybala rovinato"
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

La Juventus batte il Cagliari per 2-0 e si porta a ridosso del Milan, che oggi sfiderà il Napoli. Dopo varie polemiche nei confronti di Pirlo, ieri i bianconeri sono sembrati più puliti e più ordinati dal punto di vista del gioco, specialmente a centrocampo. Uno dei problemi maggiori di questa squadra è stato il mancato filtro tra centrocampo e attacco, oltre che una confusione totale tra esterni, punte e il trequartista. Un modulo quello di Pirlo, che sembra un 4-4-2 con un terzino bloccato in difesa, trasformandolo quindi in 3-5-2. Il ruolo di Danilo in realtà ricorda molto quello che qualche anno fa ogni tanto faceva Chiellini con Allegri: palla al piede a centrocampo e poi o si prova il tiro, o si passa.

LEGGI ANCHE:  Juventus-Cagliari 2-0, Pirlo: "Ecco il ruolo di Dybala"
LEGGI ANCHE:  Juventus, de Ligt: "Con Pirlo giochiamo meglio. Siamo solo al 70%"
Juventus, Pirlo può esultare: il nuovo acquisto ce l'ha in rosa
Danilo, terzino destro della Juventus

Juventus-Cagliari, il giorno dopo: il ruolo di Morata

Nella partita di ieri è passata un po’ in sordina la prestazione di Alvaro Morata. Lo spagnolo non ha segnato, ma si è reso complice di un assist a Ronaldo e di qualche bella giocata. Il suo ruolo è determinante per la riuscita delle giocate bianconere, perché deve fare il lavoro sporco, cercando di passare quel pallone a colui che non può fare altro che metterla in rete: Cristiano Ronaldo. Un lavoro quasi da prima punta, con controllo del pallone e sponda per i centrocampisti o per il portoghese. Questo Dybala non lo sa proprio fare.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato, dalla Spagna sicuri: Dembélé firma con la Juventus

Questo match però è da dedicare solo al centrocampo, anzi, solo ad Arthur. Con tutto il rispetto per Rabiot, la prestazione del brasiliano è stata pazzesca, tenendo incollato il pallone sui suoi piedi in maniera quasi miracolosa. A differenza del solito compitino, è riuscito a essere efficace per uscire dal pressing avversario e per far partire azioni manovrate, caratteristica che aveva anche Pjanic, che però negli ultimi anni alla Juve ha perso, commettendo diverse leggerezze. Se continua così sarà l’uomo in più di questa Juventus.

What do you think?

Juventus, sprazzi di vero Arthur: Pirlo ha in casa il suo top player

Juventus, sprazzi di vero Arthur: Pirlo ha in casa il suo top player

Calciomercato Juventus, fari in Svezia: Johannesson nuovo obiettivo

Calciomercato Juventus, sfida allo United: arriva il nuovo De Bruyne