in

Malmö-Juventus, la conferenza stampa di Allegri e Bonucci Live!

Domande e risposte in tempo reale provenienti dalla conferenza stampa di Allegri pre-partita contro il Malmö

Juventus, domani test con l'Atalanta: la probabile formazione
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus

Fine della conferenza

Rapporto con Allegri

“Nonostante alcuni episodi ormai avvenuti anni fa, ho sempre avuto un bel rapporto sincero col mister. Se devo discutere con qualcuno, non mi tiro indietro sia che sia Mancini sia Allegri. Quando uno vuole sempre migliorarsi, può succedere di entrare in battibecco. Comunque vi segnalo che io sono uno di quelli che ha giocato di più sotto la sua gestione, se sono qui e ho raccolto più di 500 presenze con la Juve ci sarà un motivo. Il nostro capitano con la fascia è Giorgio, ma io non mi sento da meno per ciò che riguarda le responsabilità e la gestione dei compagni. Sono qui a parlare con voi proprio perché lo abbiamo deciso con il mister e mi volevo prendere questa responsabilità.”

Testa a domani

“Domani non dobbiamo avere alcuna paura, non dobbiamo limitarci. Quando giochi per questa squadra l’unica cosa che puoi fare è vincere. Dobbiamo essere più continui, durante tutta la partita dobbiamo dare il 110% senza appoggiarci all’età o all’inesperienza.”

Pressione

“Quando giochi con questa maglia è normale, ma ci devi fare l’abitudine presto altrimenti sarà sempre più complicato.”

Il post nazionale italiano

“In nazionale molti dei giovani si sentono più sereni rispetto a quando indossano la maglia della Juventus, per le tante responsabilità che si sentono addosso in questo momento. Ma noi più vecchietti siamo qui anche per loro, per fargli pesare meno questa situazione.”

Szczesny

“Lo abbiamo rincuorato tutti come fa una squadra. Sono cose che sono capitate a tutti, lui è tranquillo e pensa solo a lavorare, allontanando tutte le critiche.”

Consigli di Kulusevski

“Ci ha dato qualche dritta su come affrontare la partita e su che tipo di ambiente ci aspetterà. Anche con il coach abbiamo studiato la partita per affrontarla nel migliore dei modi.”

Lavorare

“Veniamo da momenti complessi, ma può succedere. Sta accadendo ad inizio stagione, ma dobbiamo superare queste cose, lavorare senza rimanere tropo a parlare e ritrovare le giuste motivazioni. Rimanendo uniti come squadra e impegnandoci possiamo fare molto di più, e lo sappiamo.”

Responsabilità

“Il momento negativo non ci deve fare dimenticare quello che sappiamo fare meglio, cioè essere da esempio dentro e fuori dal campo. Proprio per questo motivo dopo la sconfitta contro il Napoli è venuto a parlare Giorgio, e oggi io. Ci siamo caricati delle responsabilità per la squadra e la società. Ogni giorno dobbiamo lavorare per questa maglia, dobbiamo sudare per meritarcela, e questo avverrà solo migliorandoci velocemente tutti insieme.”

Su MalmöJuve

“Senza nulla togliere al Malmö, noi non dobbiamo basarci sull’altra squadra, ma a noi stessi. Questo potrebbe essere un momento decisivo per la stagione, quindi dobbiamo solo pensare a dare tutto e portare a casa la vittoria. Domenica ci aspetta la gara contro il Milan, ma noi oggi dobbiamo pensare a guadagnarci i tre punti domani.”

Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci, difensore della Juventus

Parla Bonucci

Favorita Champions

“Noi lo eravamo per come avevamo lavorato. La Juventus ha il dovere di superare i gironi e classificarsi per le fasi ad eliminazione diretta. Non siamo probabilmente tra le favorite, ma ciò non significa che non faremo di tutto per vincerla.”

Delusione?

“No, dobbiamo tutti prenderci le nostre responsabilità. Dobbiamo impratichirci nella gestione della partita e in furbizia. Per esempio sul gol di Politano, Rabiot doveva stare più attento.

Sul gruppo

“Ormai anche i giovani sono diventati grandi, dunque non ci sono più attenuanti. Nessuno poteva mai immaginare un inizio del genere, anche perché avevamo lavorato bene. Poi se penso agli errori del nostro portiere, non ci avrei mai creduto. Szczesny è un portiere molto talentuoso e domani lo darà a vedere.”

Inizio disastroso come nel 2015

“Non saprei dire se è stata la stagione più bella, non ho lasciato molti ricordi di quei cinque anni. Un recupero come quell’anno può anche succedere, ma dipende solo ed unicamente da noi.

La partita del 2014

“Era proprio tutt’altra situazione, quell’anno avevamo iniziato bene la stagione e a livello di testa era diverso. Eravamo pure in casa ed era la prima stagionale, adesso invece siamo in trasferta e dobbiamo assolutamente vincere per cominciare il girone bene.”

Sui giocatori del Malmö

“Bisognerà stare attenti ai due attaccanti, anche gli esterni con la loro velocità e tecnica.

Su Kulusevski

“Sicuramente stiamo parlando di un ottimo giocatore, anche se deve crescere ancora sulla gestione della partita. Non so se domani sarà titolare, devo ancora decidere

Senza Chiesa su chi si punterà?

“Ci sono Dybala, Morata, Cuadrado, Kulusevski.

Lite con Spalletti

“Ma niente di che, siamo entrambi toscani e ogni tanto ci punzecchiamo per ridere.”

Chiesa e Bernardeschi

Berna ha subito un colpo durante l’allenamento al ginocchio, e siccome non riusciva a giocare senza dolori, ho deciso di lasciarlo a casa. Chiesa invece era molto preoccupato per il problema al flessore, dunque ho preferito preservarlo considerando i tanti impegni dei prossimi giorni. Non ci possiamo permettere di perderlo per più di un mese.”

Tanti errori per l’inizio stagionale

“Bisogna mantenere la clama e pensare a quello che di buono abbiamo fatto, abbiamo comunque giocato bene in alcuni momenti. Il problema è che abbiamo avuto una serie di errori consecutivi, che in tutta una stagione ci possono anche stare, ma così uno dietro l’altro ci penalizzano molto. Dobbiamo rientrare nelle prime posizioni il prima possibile, massimo tra un mese e mezzo. Anche avendo più punti non è che si può già parlare di ammazzare il campionato, sarà un campionato equilibrato”.

La Juve di nuovo contro il Malmö

“Sarà un match complicato perché loro sono una squadra molto fisica, con la partita di domani cominceremo a raddrizzare il campionato, un po’ di pazienza ma ce la faremo”

Parla Allegri

Inizia la conferenza stampa

A breve comincerà la conferenza stampa del tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri. Riporteremo LIVE le parole dell’allenatore per la consueta intervista prima della partita di Champions League di domani alle 21:00 contro il Malmö.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *