in

Malmo-Juventus, gli errori da non commettere per i bianconeri

Ecco i 5 errori che la Juventus non deve commettere domani contro il Malmo

Napoli-Juventus 2-1, Allegri: "In questo momento ci condizionano gli errori"

1- Non sottovalutare il Malmo

Sembra banale, ma è sempre importante ribadirlo: non bisogna sottovalutare il Malmo, anche se sulla carta è inferiore. La prova che dietro a tutte le squadre, più o meno forti che siano, si possono celare pesanti insidie la fornisce l’inizio di campionato della Juventus. Sia Udinese che Empoli sono ben meno attrezzate rispetto ai bianconeri, eppure da quella partita sono usciti un pareggio e una sconfitta.

Anche se la sfida di domani non si tiene contro una delle principali squadre europee, bisogna rimanere concentrati per tutto il match e giocare al meglio, senza credere di avere la vittoria in tasca prima del fischio finale.

2- Non sprecare tutte le energie

Malmo-Juventus, gli errori da non commettere per i bianconeri
Chiesa, Juventus

Se da un lato non bisogna giocare con superficialità, dall’altro si devono tenere a mente i numerosi impegni delle prossime settimane e evitare di uscire distrutti dal match, fisicamente e mentalmente. I due aspetti, però, si possono combinare facilmente: se si gioca infatti una buona partita, attenta e ordinata sin dal primo minuto, non si rischia di finire sotto col punteggio o di trovarsi bloccati in un pareggio, per poi dover sprecare importanti energie per cercare di sistemare la gara negli ultimi minuti.

I primi due punti, quindi, non sono assolutamente in disaccordo tra di loro, anzi vanno di pari passo.

3- Non avere un’unica soluzione

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus

Se quando si affrontano squadre importanti, in linea di massima si può prevedere cosa aspettarsi, in questi casi è più complicato. Sicuramente Allegri si sarà informato sul modo di giocare del Malmo e sulle sue risorse principale, ma le incognite restano molte. Spesso, infatti, squadre sulla carta inferiori, preparano la partita basandosi sui punti deboli della squadra avversaria ed è quindi difficile capire in anticipo come interpreteranno in match.

La migliore opzione per la Juventus consiste nell’iniziare la gara con un determinato assetto di gioco, ma essere pronti a cambiarlo, preparando quindi più alternative.

4- Non ripensare ai demoni del passato

Malmo-Juventus, gli errori da non commettere per i bianconeri
Db Torino 28/08/2021 – campionato di calcio serie A / Juventus-Empoli / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: esultanza gol Leonardo Mancuso

L’inizio di campionato ha lasciato spiazzati un po’ tutti: dai tifosi, alla dirigenza fino ad arrivare ai giocatori stessi. L’essersi fatti rimontare dall’Udinese e l’aver perso in casa contro l’Empoli possono aver un po’ minato la fiducia della squadra nelle proprie possibilità e aver fatto prendere il largo a una serie innumerevole di rimpianti.

Questi pensieri, però, rischiano di bloccare la ripresa dei bianconeri e di portare avanti il brutto momento. Quel che è successo è successo e non bisogna più soffermarcisi, se non per trarne insegnamenti importanti. Da domani bisogna iniziare completamente un nuovo capitolo.

5- Non commettere passi falsi

Malmo-Juventus, gli errori da non commettere per i bianconeri
Morata e Rabiot, Juventus

Il campionato è lungo e pieno di imprevisti per tutte le squadre, mentre il girone di Champions un po’ meno. Sono solo sei le partite che determineranno chi passerà il turno o meno e l’aspetto mentale è fondamentale. Arrivare a giocare il primo match contro il Chelsea dovendo vincere a tutti i costi, perché si è inciampati in precedenza può porre la squadra inglese in una condizione nettamente favorevole.

Certo anche i campioni in carica dovranno non commettere passi falsi, ma non si può e non si deve sperare in quello, bensì preoccuparsi solo di fare il meglio che si può. La filosofia di Allegri, per cui la cosa più importante è la vittoria, mentre il bel gioco si deve considerare solo in secondo luogo, domani sarà importante più che mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *