in

Juventus, una squadra dal doppio volto: le differenze tra Serie A e Champions

Malmö-Juventus 0-3, Alex Sandro e Morata sugli scudi, Cuadrado sempre al top: le pagelle

Le difficoltà in Serie A

La nuova Juventus di Allegri non ha cominciato al meglio la stagione 2021-22, portando a casa un solo punto in tre giornate di Serie A. Dopo il pareggio contro l’Udinese infatti, la Juventus ha poi perso contro Empoli e Napoli, dimostrando solamente a tratti di essere una squadra che (sulla carta) dovrebbe competere per la vittoria finale dello scudetto.

Le cause principali delle cattive prestazioni sono stati sicuramente i momenti di crollo mentale, in cui gli undici bianconeri in campo si scollegavano dalla partita e si assisteva ad un gioco abbastanza improvvisato, concedendo spesso all’avversario un fianco libero dove poter trovare il goal. Proprio la fase difensiva è stata quella maggiormente colpita in queste ultime settimane, ieri però Allegri l’ha esaltata nel post partita.

Champions League: una Juve “Cuadrata”

Juventus, una squadra dal doppio volto: le differenze tra Serie A e Champions
Alex Sandro dopo il goal contro il Malmö

La Juventus di ieri è stata nettamente diversa, molto propositiva e attenta quasi sempre in fase difensiva. Certo, il Malmö resta quel che è, una buona squadra, molto fisica, ma senza grande qualità e non messa bene neanche in fase difensiva. Ma quel che ha colpito ieri sera, più che il risultato schiacciante, è stato l’atteggiamento diverso. La Juventus dopo un avvio difficile ha deciso di impadronirsi del gioco, non lasciando scampo agli avversari.

Su tutti, due sono i giocatori che hanno impressionato di più: Morata e Cuadrado. Lo spagnolo ha garantito sempre la profondità, permettendo diverse volte ai compagni di verticalizzare. La sua rete arriva infatti proprio su un filtrante che ha tagliato in due la difesa. Cuadrado invece è stato la vera anima della Juventus di ieri, colui che gestiva spesso le tempistiche di gioco e, con la sua solita imprevedibilità, divorava gli avversari. Del Piero e Capello infatti hanno espresso parole super positive nei suoi confronti.

Da notare anche la buonissima partita di Szczesny. Anche Allegri nel post partita, a Sky Sport, ha detto che ha preso conclusioni più complicate rispetto a quelle che hanno generato i goal contro il Napoli. Soddisfatto anche per il primo clean sheet stagionale, e lo stesso Allegri ha ricordato che era dal 2 marzo che la Juve prendeva sempre goal.

In generale abbiamo visto un solidissimo blocco difensivo, con un De Ligt molto in forma e Bonucci che incanta tutti con quei lanci precisissimi. Molta organizzazione che ha portato ad un ottimo riusultato, oltre che ad una prestazione differente in campo, e che può far svoltare la stagione di questa Juventus. Adesso arriva il Milan, scontro decisivo per le sorti di questa Serie A >>> CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *