in

Juventus, Tacchinardi: “Chiesa al centro del progetto”

L’ex centrocampista della Juve ha parlato sulla situazione difficile che i bianconeri stanno vivendo e ha consigliato di puntare forte su Chiesa

Juventus senza Joya, Tacchinardi: "Dybala può essere sacrificato"
Alessio Tacchinardi, ex Juventus

Tacchinardi: “Vedere la Juve così fa male”

Non si può essere indifferenti davanti alla situazione che la Juventus sta vivendo in questo periodo, a maggior ragione se per undici anni hai vestito il bianconero e hai alzato l’ultima Champions League del club nella stagione 1995-96. Dunque Alessio Tacchinardi, ex centrocampista della Juve, ha detto così in un’intervista riportata su Tuttosport: “Ora come ora è una squadra senza identità e lo si nota anche nei piccoli dettagli e nelle disattenzioni in fase difensiva, le quali poi sono determinanti ai fini del risultato. La cosa peggiore è che sembra non riuscire a reggere la pressione per tutta la gara, come di fronte al Milan domenica scorsa: per i primi settanta minuti ho ammirato una bella squadra, poi sono ritornati i problemi”.

Poi però sostiene che Allegri abbia le capacità di trovare la via d’uscita da questo periodo difficile, giustificato dalla partenza di Cristiano Ronaldo, ma soprattutto da un collettivo che la scorsa stagione si è piazzata al quarto posto in classifica strappando un pass per la Champions League come per miracolo.

“Allegri deve fare il dottore”

Massimiliano Allegri, allenatore Juventus

Poi Tacchinardi continua il discorso parlando di Allegri e dei giocatori della Juventus, Chiesa in particolare: “Non so se Allegri ha fatto male o bene ad avere un atteggiamento così duro nel post partita, ma lui conosce meglio di chiunque altro i suoi giocatori e quindi sa anche che tattica utilizzare per smuovere i loro animi. Secondo me il mister deve calarsi nei panni di un buon dottore, e capire quale sia la medicina per fare rendere al meglio i suoi calciatori”.

“Io non riesco a pensare di vedere Chiesa in panchina ancora una volta, è stato più trascinatore di CR7 nella seconda parte della scorsa stagione e non mi soffermo nemmeno su quello che ha fatto durante l’Europeo. Il primo punto è mettere al centro del progetto l’ex Fiorentina”. Effettivamente, per quello che Federico Chiesa ha dimostrato a cavallo tra la scorsa stagione e l’Europeo, è difficile continuare a vederlo fuori dal rettangolo di gioco. Per questo Allegri sta pensando di cambiare formazione per affrontare lo Spezia oggi >>> CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *