in

Juventus, rinnovo Dybala: previsto nuovo incontro

Ci sono importanti novità riguardo al rinnovo di Dybala

Paulo Dybala, attaccante della Juventus
Paulo Dybala, attaccante della Juventus

La situazione del rinnovo di Dybala

Se ne parla da tutta l’estate ma non si è ancora giunti ad una conclusione. Si tratta del rinnovo di Paulo Dybala, che ha un contratto con la Juventus in scadenza nel 2022. La volontà delle parti è chiara ed è quella di proseguire insieme, ma un accordo non è ancora stato raggiunto. Filtra in ogni caso ottimismo dall’ambiente bianconero, come se il successo della trattativa non fosse mai stato messo in dubbio e che manchi solo qualche rifinitura economica e burocratica.

Nedved, ad esempio, prima del match contro il Napoli, ha comunicato che la chiusura della trattativa potrebbe giungere presto. L’argentino, inoltre, è sempre più al centro del progetto della Juve ed è, tra l’altro, stato incoronato da niente meno che il capitano bianconero: Giorgio Chiellini.

Ecco quando sarà il nuovo incontro tra le parti

Federico Cherubini, Juventus
Federico Cherubini, Juventus

Nonostante, però, ottimismo che, come già detto, filtra dall’ambiente Juventino e la volontà sia della Juventus, sia di Dybala, bisogna chiudere effettivamente la trattativa e ora spunta la data di un nuovo possibile incontro tra le parti. Da quanto riporta Tuttosport, infatti, Jorge Antun, agente del giocatore, e Cherubini tratteranno il rinnovo dell’argentino subito dopo la partita contro il Malmo di domani. L’ingaggio, che al momento sembra il più probabile, dovrebbe arrivare ad una cifra pari a 10 milioni di euro, bonus compresi. La speranza dei tifosi è che si possa finalmente giungere al termine di questa lunghissima telenovela.

Intanto, Dybala non ha preso parte al match contro il Napoli, di sabato scorso, che ha visto la Juventus uscire sconfitta per 2-1, essendo rientrato all’ultimo momento dagli impegni con la sua Argentina. Domani, però, la Juve deve affrontare il Malmo in Champions e ci sono novità riguardo la presenza o meno della Joya e degli altri sudamericani, oltre a quella dell’infortunato Federico Chiesa >>>CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *