in

Juventus-Milan, Allegri conferma il modulo di Malmo

La Juventus oggi torna a lavorare per preparare la gara contro il Milan. Il modulo di gioco sembra una certezza; ci sono dubbi legati alle condizioni di Chiesa e Bernardeschi

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus

Il 4-4-2 come modulo di base

In vista della gara contro il Milan, la Juventus di Allegri sta iniziando ad avere qualche certezza. Tra queste c’è il 4-4-2 che sta cominciando a dare qualche risposta positiva. Questo modulo di gioco contro il Malmo ha dato il giusto equilibrio e il tecnico livornese si aspetta altrettanto anche nelle prossime gare a partire da quella contro il Milan.

Cuadrado come quarto di destra nella linea di centrocampo sta dando tanta qualità e tanta spinta offensiva; dall’altro lato, Rabiot accentrandosi diventa una sorta di mezzala. Questi due giocatori sembrano essere fondamentali nell’assetto tattico di Allegri. Contro il Malmo si sono visti momenti in cui c’era una sorta di difesa a tre con un 3-5-2: Danilo che si abbassava in impostazione assieme a Bonucci e De Ligt e con Alex Sandro ad alzarsi come quinto a sinistra. Possibile che questi movimenti vengano riproposti contro il Milan. Certamente i bianconeri avranno davanti una squadra più forte di quella svedese e questo servirà ad Allegri per vedere la squadra a che punto è.

Chiesa e Bernardeschi ce la faranno?

I dubbi maggiori in vista di domenica sono legati alle condizioni fisiche di Chiesa e Bernardeschi. I due non hanno giocato nella partita di Champions di martedì sera perché fisicamente acciaccati. Allegri spera di riaverli contro il Milan ma il primo ha ancora un po’ di fastidio all’adduttore mentre il secondo ha un po’ di dolore ad un ginocchio. Se i due giocatori riusciranno a recuperare i bianconeri avranno a disposizione altre frecce al proprio arco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *