in

Juventus-Genoa 3-2, le parole di Pirlo: “Potevamo gestirla meglio”

La Juventus batte 3-2 il Genoa e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia. Le parole di Pirlo ai microfoni di Rai Sport

Andrea Pirlo, tecnico dei bianconeri, nel post-gara di Barcellona-Juventus

Una Juventus a due facce riesce ad avere la meglio sul Genoa ed a staccare il pass per i quarti di finale di Coppa Italia. Ancora una volta parecchie disattenzioni rischiano di costare caro alla squadra di Andrea Pirlo che prima va in vantaggio 2-0 e poi si fa rimontare. Ai tempi supplementari, Rafia, all’esordio con la maglia della Vecchia Signora, mette il sigillo sull’incontro, segnando il gol del 3-2.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Juventus, colpo in difesa: nel mirino un ex Inter

Tanti i giovani in campo ed infatti la mancanza di esperienza si è fatta sentire, soprattutto quando la Juventus avrebbe potuto gestire meglio il pallone tra i piedi. Archiviato il primo impegno di Coppa Italia, per i bianconeri è arrivato il momento di pensare alla sfida di domenica sera contro l’Inter.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Juventus, Momblano: "Accordo per la cessione di Bernardeschi"
Mercato Juve, Massimo Franchi contro Pirlo: "Inesperto, lo scambierei con..."
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

Juventus-Genoa 3-2, Pirlo su Rai Sport: “E’ mancata la concentrazione”

Per la sfida di ieri sera contro il Genoa, Andrea Pirlo ha deciso di optare su una formazione decisamente giovane. In campo vi erano tanti giocatori provenienti dalla Juventus Under 23, come i vari Wesley, Rafia, Dragusin e Portanova.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Juventus, occasione in Serie A: trovato accordo con l'agente

L’inesperienza ha giocato brutti scherzi, come ha voluto sottolineare anche lo stesso tecnico nella conferenza postpartita rilasciata ai microfoni di Rai Sport: “Ci siamo complicati la vita da soli, dopo aver giocato un primo tempo ad alta intensità. Il gol di Czyborra è arrivato a causa di una nostra disattenzione e da lì la partita è cambiata diventando faticosa. La Coppa Italia è un nostro obiettivo, dovevamo vincere e lo abbiamo fatto. Questi match sono difficili, in quanto ad eliminazione diretta che richiedono un grande dispendio di energie. Potevamo gestire meglio parecchie situazioni. In campo vi erano tanti ragazzi giovani e può starci qualche disattenzione. E’ stato un peccato arrivare a giocarci l’accesso per i quarti ai supplementari, avevamo in mano l’incontro. Fino al 2-0 non avevamo fatto fatica. Dobbiamo migliorare sotto l’aspetto della concentrazione e nella gestione di alcuni momenti in particolare. Quando si gioca nella Juventus i palloni pesano diversamente. Ci stiamo lavorando, quindi andiamo avanti nel nostro percorso”.