in

Juventus, de Ligt: “Con Pirlo giochiamo meglio. Siamo solo al 70%”

Juventus, de Ligt: "Con Pirlo giochiamo meglio. Siamo solo al 70%"
De Ligt, difensore della Juventus

Buona prova per la Juventus di Andrea Pirlo che ieri sera ha battuto 2-0 il Cagliari di Eusebio Di Francesco grazie a una doppietta del solito Cristiano Ronaldo. Sul piano del gioco, i bianconeri hanno dato prova di essere una squadra in netta crescita, rispetto ad un mese fa, giocando un calcio che si avvicinerebbe molto alle idee che avrebbe in mente il Maestro. Ieri sera si è vista una squadra dominare per larghi tratti della partita, soprattutto nel primo tempo, aggredendo i portatori di palla avversari ed alzando il baricentro ben oltre la metà campo avversaria. Può sorridere Pirlo, che inizia il suo primo tour de force nel migliore dei modi: vincendo e convincendo.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato, dalla Spagna sicuri: Dembélé firma con la Juventus
LEGGI ANCHE:  Juventus, l'importanza del fattore Stadium: il peso dello stadio vuoto
Juventus, de Ligt: "Con Pirlo giochiamo meglio. Siamo solo al 70%"
De ligt, difensore della juventus

Juventus, de Ligt: “Ho una mentalità diversa, è un calcio più moderno”

Ancora una volta, Cristiano Ronaldo ha dato prova di essere un giocatore determinante. Grazie ad una sua doppietta, la Juventus ha, quindi, ottenuto tre punti preziosissimi che portano la Vecchia Signora momentaneamente al secondo posto a -1 dal Milan, impegnato questa sera a Napoli. Buone risposte, comunque, anche dal solito Alvaro Morata e da Adrien Rabiot che sta confermando i progressi che si sono visti fin dal post lockdown ed anche Bernardeschi, che non ha commesso sbavature. In netta crescita anche Arthur, autore di una partita di sostanza, nella quale non ha sbagliato quasi nulla. L’inedita difesa sperimentata da Pirlo, a causa delle assenze di Bonucci e Chiellini, composta da Demiral, Danilo e de Ligt è stata promossa a pieni voti, non avendo concesso quasi nulla agli attaccanti del Cagliari.

LEGGI ANCHE:  Juventus, l'ex Nocerino: "Pirlo? Quando sento dire che non può allenare..."
LEGGI ANCHE:  Juventus, parla Camoranesi: "Ecco l'uomo ideale per la difesa bianconera"

Proprio l’ex Ajax, ai microfoni di Sky Sport, ha espresso il proprio pensiero riguardante il neo allenatore della Juventus e la sua lunga convalescenza: “E’ stato un periodo complicato” – dice – “Però è importante soffrire qualche volta. Ho giocato diverse sfide con la spalla fuori posto, ma alla fine sono contento di aver vinto il campionato e di aver dato il mio contributo. Rispetto alla stagione con Maurizio Sarri, qualcosa è cambiato soprattutto dal punto di vista della mentalità; mi sento diverso. Giochiamo un calcio più moderno, difendendo uno contro uno lasciando tanto spazio dietro. E’ un modo di stare in campo che a me piace e che mi ricorda l’Ajax. Siamo solo al 70% di forma, ma se continuiamo a lavorare così, presto raggiungeremo il 100%. Quest’anno sarà molto più stimolante, perché la concorrenza è agguerrita ed abbiamo tante rivali da affrontare”.

What do you think?

Verso Benevento-Juventus, Pirlo rivoluziona l'attacco: l'idea del Maestro

Juventus-Cagliari 2-0, Pirlo: “Ecco il ruolo di Dybala”

Verso Barcellona-Juventus, Trevisani: "Sarà una sfida totalmente diversa"

Verso Barcellona-Juventus, Trevisani: “Sarà una sfida totalmente diversa”