in

Juventus, Bernardeschi torna a segnare: chance in vista?

Juventus, Sconcerti lancia l'allarme: "Nemmeno lui sa più cos'è"
Federico Bernardeschi, esterno della Juventus

Da una parte Federico Chiesa, dall’altra Federico Bernardeschi. Due cose in comune: il nome e il tradimento nei confronti della Fiorentina, che li ha portati alla Juventus. Se per Chiesa è ancora presto dare giudizi, per Bernardeschi la situazione è ben diversa. Il numero 33 bianconero ha spesso sfigurato nelle ultime partite, rendendosi partecipe della sconfitta contro il Barcellona e del pareggio contro il Verona, regalando rispettivamente un rigore e un contropiede. Pirlo lo ha detto più volte, deve riprendersi mentalmente e il gol di ieri potrebbe essere la svolta.

Juventus, Di Marzio: "Mistero Pirlo, è in netta difficoltà"
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

Juventus, Bernardeschi è rinato?

È sicuramente ancora presto per dirlo, ma il gol contro l’Estonia potrebbe aver dato fiducia ad un giocatore che non segnava dal 26 luglio, contro la Sampdoria. La Nazionale è diversa, il ruolo che occupa non è lo stesso che ha alla Juventus, ma mentalmente forse ci siamo. Vedremo se Andrea Pirlo deciderà di dargli un’altra possibilità al rientro contro il Cagliari, cercando di far riprendere in mano a Bernardeschi una carriera che invece sembra non stare andando nel verso giusto.

Nonostante tutte le brutte parole che si possono dire, Bernardeschi serve ai tifosi e viceversa, perché l’ex viola ha bisogno di affetto e i tifosi hanno bisogno di qualcuno che faccia la giocata, che dribbli l’avversario e che non sia prevedibile, visto che Dybala in questo momento non sembra in forma. Un’ultima grande occasione per Bernardeschi, poi si spegneranno i riflettori.