Questo sito contribuisce all'audience de

bonus

Calciomercato Juventus, arriva la firma di Pogba sul contratto

La Juventus non ha mai dimenticato quel ragazzo francese che per ben 4 stagioni ha fatto sognare i tifosi bianconeri, Paul Pogba. Il centrocampista...

Calciomercato Juventus, l’erede di Buffon arriva dalla Serie A

Rivoluzione tra i pali in casa Juventus. Con la chiusura del calciomercato infatti, Paratici e Pirlo avrebbero iniziato delle vere e proprie valutazioni, le...
TuttoJuve24 Notizie Juventus, accadde oggi: nel 1993 l'esordio di Alessandro Del Piero

Juventus, accadde oggi: nel 1993 l’esordio di Alessandro Del Piero

Esattamente 27 anni fa, esordisce in Serie A un ragazzo, un talento della Juventus. Il suo nome è Alessandro Del Piero, un vero e proprio simbolo del club bianconero

E’ il 12 settembre 1993. A Foggia la Juventus sta pareggiando 1-1, contro la squadra allenata dal boemo Zdenek Zeman. Alla rete di Roy siglata al 63′ risponde dopo solo cinque giri di lancette Ravanelli. Il tecnico bianconero Giovanni Trapattoni decide comunque di sostituire ‘Penna Bianca’ con un ragazzo seduto in panchina. E’ il minuto 74 ed il nome del sostituto è Alessandro Del Piero. La sua storia con la maglia della Juventus è iniziata da lì e da quel momento ha deciso che casa sua avrebbe dovuto essere bianconera. Fin da quando ha mosso i primi passi su un campo da calcio a Conegliano, dove è nato, passando per le giovanili del Padova, Del Piero ha coltivato la voglia di divenire un giocatore importante per la storia Juventus, la squadra dei suoi sogni. E quel desiderio si è avverato. Dopo l’esordio in campionato datato 12 settembre 1993, Alessandro Del Piero ha vestito la maglia della Juventus 705 volte, divenendo il giocatore con più presenze e con più gol realizzati in bianconero, ben 290.

Juventus, accadde oggi: nel 1993 l'esordio di Alessandro Del Piero
Juventus-Parma

Juventus-Del Piero, un connubio eterno

Dire Del Piero e dire Juventus è un po’ la stessa cosa, in quanto l’ex capitano bianconero ha saputo scaldare i cuori di milioni di tifosi della Vecchia Signora sparsi in tutto il mondo, divenendo un vero e proprio simbolo della storia del club. Leggendario il suo tiro a giro dal limite dell’area che spesso si tramutava in gol, definiti proprio per questo “alla Del Piero”. Grazie ad una di queste perle, l’attaccante di Conegliano ha portato la sua Juventus sul tetto del mondo nel 1996, battendo nella finale di Coppa Intercontinentale il River Plate. Poi, però, non sono mancati momenti bui nella sua carriera: terribile l’infortunio al crociato del ginocchio del 1998 che lo ha tenuto fuori dal campo parecchio tempo. Ma Del Piero si è ripreso, contribuendo a regalare tante altre gioie ai suoi tifosi. La sua esultanza con la linguaccia è diventata celebre in tutto il mondo ed è il suo marchio di fabbrica, insieme al suo tiro a giro ed ai gol su punizione.”Alex” è stato anche protagonista ai Mondiali del 2006 segnando un gol memorabile in semifinale contro la Germania. Gli ultimi acuti prima di assaporare il gusto amaro della Serie B, ma il capitano della Juventus ha voluto stare al fianco della sua Signora riportandola subito in A, laureandosi anche capocannoniere della stagione 2007/2008.

Il 5 novembre 2008 è una data speciale che tutti i tifosi bianconeri ricorderanno con affetto e nostalgia. Si gioca al ‘Santiago Bernabeu‘ di Madrid contro il Real. La partita termina 0-2 grazie ad una magistrale doppietta di Del Piero che viene sostituito uscendo dal campo tra gli applausi, dopo aver disputato un match maestoso. Una standing ovation da far venire i brividi. Eloquente il commento di Diego Armando Maradona a fine gara: “Certo che Del Piero non invecchia mai…” Poi arrivano altri momenti bui, con i due settimi posti consecutivi. Si avvicina il momento della separazione giunto nel 2012, anno in cui la Juventus è tornata a trionfare in campionato. Con una rete su punizione contro la Lazio, Del Piero ha regalato tre punti importantissimi, in un torneo che comunque non lo ha visto grande protagonista. Ma il suo contributo lo ha sempre regalato ed i suoi tifosi hanno salutato commossi il capitano nell’ultimo match di campionato contro l’Atalanta. Un giro del campo infinito con la partita sullo sfondo. Gli occhi di tutti sono puntati sul numero 10 che sta salutando lo Juventus Stadium per l’ultima volta. 41.000 persone in lacrime, nel vedere una leggenda che lasciava la propria Signora dopo praticamente una vita trascorsa al suo fianco.

bonus

LE PIU' LETTE

Calciomercato Juventus, via libera Paratici: beffa al Milan

NEWS CALCIOMERCATO JUVENTUS - Manca ancora diverso tempo per arrivare al calciomercato invernale ed estivo del 2021, ma le trattative per la Juventus sembrano...

Calciomercato Juventus, cessione e nuovo colpo: due nomi per Paratici

NEWS CALCIOMERCATO JUVENTUS - Porte girevoli per Fabio Paratici: il calciomercato della Juventus si prepara alla cessione ma anche ad un nuovo colpo? Gennaio...
Segnala a Zazoom - Blog Directory