in

Bobo TV, Cassano e Adani sparano ancora a mille sulla Juventus

Cassano e Adani sono intervenuti alla Bobo TV e hanno mosso nuove critiche verso la Juventus di Allegri

Antonio Cassano, ex attaccante della Nazionale

Cassano: “Juventus oscena”

Antonio Cassano, si è espresso ancora una volta in maniera dura riguardo alla Juventus di Massimiliano Allegri. In particolare, riguardo al match di mercoledì scorso contro lo Spezia:

La prestazione della Juve è stata oscena. A livello di gioco lo Spezia li ha dominati e ha avuto l’occasione di segnare il 3-1 e mettere il punto sulla vittoria. Bisogna considerare, però, che è una squadra che vale un cinquantesimo la Juventus. I bianconeri hanno trovato la via del gol con giocatori che Allegri non considera, ma resta in confusione e fatica”.

Sul futuro in campionato della Juventus:

“Mi preoccupa perché non capisco come stia giocando. Anche se ha portato a casa i tre punti, andando avanti in questo modo farà fatica a qualificarsi per la Champions“.

Secondo l’ex calciatore, poi, ci sono grossi problemi tecnici:

“La Juve ha un brutto gioco e un atteggiamento passivo. Infatti, la squadra subisce tanto, anche se rimane sempre dietro la linea della palla”.

Anche dal punto di vista morale, però, Cassano ha qualcosa da ridire:

“Mancano idee e personalità. Gli anni passati in rosa c’erano campioni che vincevano le partite grazie a giocate. Ronaldo, ad esempio, ha fatto 100 gol in soli tre anni, Higuain anche ha segnato molto e Dybala ha fatto importanti cose. Ora invece sono in balia della confusione”.

Adani: “Non si parla mai di gioco”

Daniele Adani, giornalista sportivo
Daniele Adani, giornalista sportivo

Anche Adani si è espresso sempre in maniera critica verso i bianconeri:

“Sono d’accordo con Antonio. Anche se per valutare bisogna ancora attendere, conta come si analizzano i fatti e i problemi”.

Secondo l’opinionista il problema è chiaro:

“Ogni volta si parla di fame, intensità, grinta, attenzione o classifica, ma mai del gioco. Non si parla mai dei movimenti da fare in campo, ma solo di chi può giocare o meno. Sento solo urla e rischiami, ma senza che ci sia un percorso delineato”.

Adani ha portato come esempi anche alcune situazioni di gioco:

“Si vede chiaramente cosa succede durante le partita. Ad esempio, dei calciatori che giocano addirittura in Nazionale, li si vede calciare in tribuna e non vorrebbero farlo. Ci sono solo due opzioni: o non ci sono movimenti da parte dei compagni, o non stanno bene moralmente“.

Domenica la Juventus dovrà affrontare la Sampdoria. Dati i tanti impegni di queste settimane, entrambe le squadre faranno del turnover, lasciando molto probabilmente in panchina dei giocatori importanti >>>CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *