in

Juventus Women, contro il Chelsea una partita alla pari

Nonostante la sconfitta, la Juventus Women ha dimostrato di poter competere anche contro le più forti squadre d’Europa

Juventus Women, Asia Bragonzi eletta Golden Girl 2020
Juventus Women, l'esultanza delle bianconere

Non è stata la suggestiva cornice dell’Allianz Stadium o 17.000 spettatori giunti a sostenere e invocare l’impresa. No, o meglio, non c’è solo questo nella grande partita disputata dalla Juventus Women contro il Chelsea. Certo, alla fin fine, si parla sempre di sconfitta ma considerando il divario tra le due squadre pochi anni fa, in pochi si sarebbero aspettati una partita così equilibrata.

La partita: i gol e un pizzico di sfortuna

L’1-2 finale frena, per il momento la corsa europea della Juventus dopo il netto 3-0 rifilato ai danni delle svizzere del Servette. Il Chelsea è arrivato a Torino con l’etichetta di squadra favorita, anche solo per aver centrato la finale di Champions League lo scorso anno. Le bianconere partono subito bene: creano pericoli e tengono a bada le Blues. Il vantaggio però lo firma Cuthbert brava a sfruttare una linea centrale lasciata scoperta dalla capitana Sara Gama. Le ragazze di Joe Montemurro non mollano e poco dopo agguantano il pareggio con la solita Bonansea: goal da rapace d’area di chi sa che è il gol a cercare lei e non viceversa. La Hurtig si divora qualche occasione ma il pareggio è anche merito suo: brava ad attirare a se le attenzioni della difesa del Chelsea. A inizio secondo tempo le inglesi sono brave a sfruttare un gioco di rimpalli che fissa il risultato sull’1-2 per le ospiti. I valori restano intatti rispetto alla vigilia ma la Juventus ha dimostrato, se ancora ce ne fosse il bisogno, che ormai può giocarsela contro tutte.

Le parole delle protagoniste nel post partita

Barbara Bonansea, attaccante della Juventus Women
Barbara Bonansea, attaccante della Juventus Women

Mentre Pernille Harder, punta del Chelsea, resta stupita dal tifo dello Stadium, la Bonansea ribadisce come le avversarie “sono state un po’ più determinate e la fortuna è andata dalla loro parte”. L’autrice del gol bianconero però prosegue: “Il mister è stato contento della nostra partita, anche se ovviamente dispiace. Mi ha fatto piacere segnare ma avrei voluto vincere. Dispiace per non aver portato a casa neanche il punto del pareggio. Ci rifaremo al ritorno. Giocheremo le prossime partite senza paura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *