Juventus, la parabola discendente di Ronaldo: l'egoismo di un campione ormai dimenticato