in

Juventus, con il Porto basta l’1-0: il precedente sorride

I bianconeri sono chiamati ad una importantissima rimonta contro il Porto. L’eliminazione in Champions potrebbe costare carissimo ad Andrea Pirlo e al suo percorso.

pORTO jUVENTUS, cHAMPIONS lEAGUE
Porto Juventus Champions League

In campionato la Juventus non sta sicuramente viaggiando ad alti ritmi. Per una squadra abituata a vincere praticamente sempre lo scudetto nell’ultimo decennio, il terzo posto non può sicuramente essere accettabile specie se le prestazioni fino ad ora non hanno convinto molto a parte qualche eccezione. Se in Italia le cose non vanno molto bene, anche in Europa potrebbero essere gravemente compromesse. Inizialmente i bianconeri hanno disputato un ottimo girone dove fin dall’inizio si prospettava una battaglia per il primo e secondo posto tra loro e il Barcellona, e così è stato. La ‘Vecchia Signora’ ha perso solo una partita prima della qualificazione agli ottavi di finale, ma soprattutto è riuscita nell’impresa di prendersi il primo posto battendo il club blaugrana al Camp Nou con uno schiacciante 3-0. Quella vittoria contro un avversario così forte sembrava potesse rialzare in qualche modo la qualità delle prestazioni ma così non è stato.

Juventus, la vittoria contro il Porto diventa fondamentale

Porto Juventus, Federico Chiesa
Porto Juventus, Federico Chiesa

La gara d’andata contro il Porto sicuramente non ha rispettato le attese. A sorpresa il club portoghese ha vinto per 2-1 grazie ai gol di Taremi e Marega che sono stati molto bravi a sfruttare le debolezze dei bianconeri. Nonostante il brutto risultato, sicuramente nulla è perduto. La squadra di Andrea Pirlo potrebbe vincere anche solamente 1-0 per accedere ai quarti di finale e fino ad oggi i precedenti aiutano ad essere positivi. Prima di quest’anno le due squadre si sono affrontate nel lontano 2017 a Torino e la partita venne decisa da un rigore trasformato da Paulo Dybala. Un mese prima del gol dell’argentino, la Juventus vinceva per 0-2 in casa dei portoghesi grazie ai gol di Pjaca e Dani Alves. Ovviamente nel corso degli anni le squadre e anche il calcio cambiano, ora il compito della ‘Vecchia Signora’ è quello di cercare di non subire nessuna rete per non rischiare di compromettere la situazione. Un altro dato a favore di Pirlo è il fatto che i bianconeri nel 2021 non hanno mai perso in casa e ora più che mai è il momento di non rovinare questa statistica.

Juventus, in che condizioni arriva il Porto alla partita?

Se da una parte la Juventus vuole evitare una grandissima beffa dall’altra il Porto crede più che mai in un clamoroso passaggio del turno. Dopo aver fatto una bella partita ma soprattutto dopo aver vinto all’andata contro i bianconeri, le cose al club portoghese sono andate abbastanza bene. Dopo praticamente una vita che la Primeira Liga va sempre ad una tra Benfica e Porto, quest’anno lo Sporting Lisbona sta conducendo con 10 punti di distacco sulla seconda e di conseguenza consente a ‘I draghi’ di non pensare troppo a come andrà a finire il campionato. Nelle ultime quattro partite la squadra di Soares ha collezionato 2 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta che, tutto sommato, è uno storico accettabile. Il calendario non aiuta di certo la Juventus che nella precedente settimana ha dovuto giocare tre partite nel giro di pochissimi giorni mentre il Porto ha giocato l’ultimo match di martedì e in una stagione così frenetica arrivare riposati potrebbe risultare fondamentale.