in

Donnarumma e l’intollerabile sapore della panchina: la Juventus tende l’orecchio

Da protagonista indiscusso sul prestigioso palcoscenico di Euro2020 a semplice comprimario di un Psg stellare. Gianluigi Donnarumma lamenta il ruolo di secondo piano riservatogli dal club parigino, così la Juve potrebbe rappresentare l’insperata via d’uscita

Donnarumma, portiere del Psg
Donnarumma, portiere del Psg

“Inganno” parigino: Donnarumma scalpita all’ombra di Navas

I minuti arrestano per un attimo la loro incessante rincorsa, il fiato si ritrae in un vigoroso respiro, l’incredulità si sospende a mezz’aria; poi le mani si allungano avide sul pallone appena scagliato dalle undici fatidiche lunghezze. L’Italia è regina d’Europa ed i guantoni su cui riposa in sicurezza la vittoria del titolo sono quelli di Gianluigi Donnarumma. Questo, forse, l’apogeo d’una carriera straordinariamente lunga di un atleta eccezionalmente giovane.

Dopodiché, la giostra della sorte da un lato, la smania d’ambizione dall’altro, hanno guidato Gigio dinnanzi agli sfarzosi cancelli d’ingresso del Psg, squadra in fase di dichiarata fortificazione nonostante si ergesse già agli occhi degli spettatori del pallone quale un’impenetrabile fortezza. Tuttavia, la vicenda è mutila del suo lieto fine. L’ex Milan, al cospetto della Tour Eiffel per consacrarsi sull’altare di uno dei templi più venerandi del calcio europeo, si è malauguratamente imbattuto nell’ombra di Keylor Navas. Il portiere costaricano, firmatario delle ultime Champions League conquistate dal Real Madrid e tornato ad accarezzare la ribalta nei panni del custode titolare della prestigiosa porta francese, malgrado l’aspra concorrenza dell’azzurro, seguita a godere del favore dell’allenatore Mauricio Pochettino.

Juventus, intramontabile la tentazione Donnarumma

Il gemito di scoramento di Donnarumma, seppure sommesso ed appena udibile, pare sia stato immediatamente captato dalla Juventus. L’impressionante recettività del club piemontese si spiega alla luce del pregresso interessamento per l’estremo difensore della Nazionale, terminato vanamente con il congedo delle parti e la controversa permanenza di Wojciech Szczęsny.

Al momento nessun vetro in casa Psg è incrinato al punto da minacciare profonde crepe o clamorose rotture; la stagione è ancora ai suoi esordi e, se è vero che il rumore levato dalle panchine del titolare azzurro riverberano in maniera assordante, è altrettanto indubbio che il classe 1999 stia progressivamente guadagnando terreno nella considerazione del tecnico argentino, come testimoniano le due presenze collezionate nelle ultime tre sortite in campionato della formazione transalpina. Ad ogni modo la Vecchia Signora, assevera il Corriere della Sera, la prossima estate sarebbe lesta, qualora l’inquietudine di Gigio divenisse irreversibile, ad abbandonarsi ai più sfrontati corteggiamenti per accasare un calciatore di caratura mondiale.

Il calciomercato della Juventus, però, si anima di nuovi profili anche nel reparto di centrocampo: pronto lo scambio con l’Arsenal per mettere le mani su uno strepitoso top player>>>CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *